Archivi categoria: fumetti

Batman: The Killing Joke, ecco il primo trailer ufficiale

Scritto dal genio dei fumetti Alan Moore, The Killing Joke è uno dei più celebri fumetti stand-alone della DC Comics, in cui Batman si misura contro il suo avversario numero uno: il Joker. Nel fare ciò la storia illustra anche le origini di uno dei più popolari antagonisti di sempre. The Killing Joke diventerà ora un cartone animato di cui oggi vi facciamo vedere il primo trailer ufficiale. Buona visione!

L’evoluzione cinematografica di Spider-Man

Dopo avervi mostrato l’evoluzione cinematografica di Batman, che potete trovare qui, oggi vi presentiamo invece quella di un’altra stella appartenente all’universo dei supereroi, anche se questa volta l’universo in questione è quello della Marvel: ovvero Spider-Man. È grande l’emozione dei fan dopo la breve apparizione nel trailer di Captain America: Civil War del nuovo Spider-Man. Ma in attesa che il film sbarchi nelle sale cinematografiche italiane a maggio, ecco la storia dell’agile supereroe dalla tuta rossa condensata in un documentario YouTube prodotto da Screen Rant: The Amazing Evolution Of Spider-Man In Movies. Buona visione!

 

 

 

L’arte del lettering e il fumetto: intervista a ETDollman

pBfMF1DHuLOnS0ReTBfZFtjnMVoXbveCOn3wIMdc114Ciao Marco, è un piacere averti qui. Oggi parleremo di lettering. Ma prima di cominciare, per chi non ti conoscesse ancora, ti andrebbe di presentarti, illustrandoci il tuo percorso professionale?

Salve a tutti mi chiamo Marco Della Verde, nato nel 1975 ad Orbetello.

La mia carriera nel mondo del fumetto inizia nel 1997, dove mi associo con alcuni miei compaesani che all’epoca frequentavano la Scuola Romana del Fumetto, iniziando i miei studi di drammaturgia e scrittura cinematografica, con lo scopo di applicarli al fumetto.

Negli anni successivi scrivo moltissimo, e alcune storie brevi vengono pubblicate su Heavy Metal Magazine.

Creo il mio alter ego ETDollman, con il quale inizio la mia carriera di letterista e graphic designer, che mi ha portato a letterare molti progetti interessanti, tra i quali Femforce per AC Comics, Drones e Creature Cops per Comics Experience Publishing, e sul versante italiano Violent Hill, pubblicata su Verticalismi.

Adesso sto focalizzando di nuovo la mia attenzione sulla scrittura, cercando di affiancarla alla mia attività di letterista.

EVIL-WANNABES-page-01-itaDa dove nasce il nick “ETDollman”?

Cercavo un nome evocativo, che desse anche un senso di stabilità e mistero, e mi piaceva l’idea di un dolmen extra terrestre, un po’ come il monolite di 2001. Non avevo pianificato di usarlo per il lettering, ma la vita è piena di sorprese!

Come descriveresti a un profano dei fumetti il tuo lavoro?

Sono il letterista, quello che mette le nuvolette e i vari bang, boom e sproing nei fumetti.

Talvolta questa spiegazione è sufficiente!

Quali letteristi ti hanno ispirato maggiormente?

Non ho un influenza precisa, ma in base al tipo di fumetto che devo letterare mi studio lo stile più adeguato. Ho iniziato studiando il lavoro della Comicraft, e di altri letteristi come Nate Piekos o Jim Campbell, che oltre ad essere degli ottimi letteristi hanno creato molti tutorial. Poi, quando ho visto che lo stile americano odierno tipico di Marvel e DC non poteva adattarsi a tutti i tipi di disegni e storie, ho iniziato a guardarmi intorno. Mi piace il lettering di molti fumetti anni ’70 e ’80.

Che ruolo gioca il lettering nel risultato finale del fumetto?

A mio avviso il lettering è fondamentale, non soltanto perché necessario per veicolare i dialoghi e i testi, ma perché un buon lettering può rendere un fumetto molto più professionale di quanto sia, mentre al contrario un pessimo lettering può rovinare un ottimo fumetto.

Apro una parentesi polemica: odio vedere recensiti fumetti dove vengono menzionati tutti gli elementi tranne il lettering. Certo, storia e disegni sono gli elementi più importanti, e colore e lettering vengono in un secondo momento, ma un’analisi completa di un’opera dovrebbe prenderli in considerazione. Penso che questa pratica, a lungo termine, potrebbe anche aiutare ad aumentare la qualità del lettering, sensibilizzando gli autori stessi.

EVIL WANNABES page 02Quali difficoltà deve affrontare un professionista del settore nel mondo dei fumetti di oggi?

Credo che oggi sia più facile fare molte cose, grazie ad internet ed ai computer in generale. Quindi direi che una volta imparato l’inglese e l’uso di alcuni software, tutto diventa più facile. Oltretutto con la conoscenza dell’inglese e internet si ha accesso ad un mercato globale, e non ristretto al proprio paese, o alla propria città. Immagino che l’altra faccia della medaglia sia la maggiore concorrenza. D’altro canto, questa globalizzazione permette a molti autori di esprimersi, e secondo me oggi la concorrenza è spietata, ci sono un sacco di fumettisti bravissimi in giro.

Il fumetto italiano, così come altre espressioni artistiche come cinema e letteratura, avverte le contaminazioni delle opere provenienti da artisti d’oltreoceano e non solo. Come immagini il futuro del fumetto italiano, riuscirà a mantenere una propria identità?

Credo che il fumetto italiano abbia fondamentalmente una forte identità, e una forte tradizione, e in questo momento stia studiando e assorbendo le influenze che lo circondano. Credo che si sia un po’ chiuso in uno stile autoriale non sempre fruibile, e mi auguro che un domani sapremo fondere questa sensibilità intimista con storie un po’ più mainstream. Anche se il mio sogno è la rinascita di quella corrente narrativa cattiva e sboccata tipica del cinema italiano degli anni ’70, ricco di film violenti ma anche di commedie di ogni genere.

00 - LETTERING TEMPLATE CS5 2014 KABLAM cmykCi parleresti dei tuoi progetti presenti e futuri, dandoci anche dei link utili a chi volesse seguirti?

Nel lettering, i progetti non finiscono mai, dato che lavoro e collaboro con un infinità di talenti sparsi per il mondo. Sulla pagina facebook ETDollman potete trovare qualche aggiornamento.

Per quanto riguarda la scrittura le cose da fare sono tantissime: oltre a Evil Wannabes, che viene pubblicato da Spectre Edizioni, ho in cantiere altri fumetti e racconti brevi in prosa, che lancerò a inizio 2016. Potete trovarmi su facebook, seguendo la pagina del collettivo Crossover Gangbang, o la mia pagina personale: http://www.facebook.com/MarcoDellaVerdeWriter

Intervista a cura di Roberto Bommarito

Batman vs Superman stile 1949: il divertente trailer del New York Magazine

La squadra di Vulture, sito legato al New York Magazine, in attesa che Batman vs Superman: Dawn of Justice sbarchi nelle sale cinematografiche si è domandato come sarebbe apparso il film se fosse stato girato nel 1949. Il risultato è il divertentissimo trailer in bianco e nero che vi proponiamo qui sotto. I fan di Batman apprezzeranno il vecchio costume con le orecchie a punta dell’uomo pipistrello. Buona visione!

Il primo trailer di Daredevil stagione 2

Netflix ha pubblicato online su YouTube il primo trailer della seconda stagione della serie TV di successo Daredevil. Anche se la prima parte del trailer contiene solo immagini ripescate dalla vecchia stagione, negli ultimi secondi è invece possibile vedere le prime anticipazioni della seconda, con le apparizioni del Punitore ed Elektra. La seconda stagione arriverà solo nel 2016, ma intanto godetevi il trailer.

Visioni dal futuro: la prima raccolta di fumetti Sci-Fi di Electric Sheep Comics. Intervista ad Alessandro Napolitano

SyKYwbLiBpgHQIFe42r0F9PopZNVioCEoHKvBlg0K8kCiao Alessandro, è un piacere riaverti ospite qui sulle pagine virtuali di Kipple! Prima di tutto, per chi ancora non conoscesse Electric Sheep Comics, ti andrebbe di farci una breve introduzione?

Ciao Roberto e grazie ancora a Kipple e ai suoi lettori per l’ospitalità. Electric Sheep Comics, da ora in poi ESC, è tanta voglia di sperimentare. Ecco, forse questa non sarà proprio una definizione tecnica, ma è sicuramente una prerogativa importante nella quale riconosciamo la nostra Associazione Culturale. Ci muoviamo spesso nell’ambito dei comics e lo facciamo scrivendo e disegnando i nostri fumetti. I generi che ci appartengono sono quelli che da lettori “consumiamo” di più: la fantascienza e il fantastico in generale, ma anche il pulp è nelle nostre corde. ESC, seppure è una realtà ancora giovane, vanta una discreta esperienza nella media editoria avendo pubblicato graphic novel cartacee, fumetti a bivi in ebook, numerosi contributi a fumetti con magazine digitali. E per tornare a quel desiderio mai sazio di sperimentare, ESC è anche Book Tuning, realizzazione e co-produzione di corti cinematografici nonché partner di serie web.

Cos’è Visioni dal futuro?

Visioni dal futuro è per prima cosa un tributo. Un tributo a tutti gli scrittori e disegnatori che sono stati accanto a ESC fin dalle sue origini. L’Associazione Culturale Electric Sheep Comic ha voluto festeggiare la sua costituzione con un albo cartaceo a colori che raccogliesse il meglio della propria produzione a fumetti. Il genere che lega tutti i comics e le illustrazioni dell’albo è la fantascienza! Acquistare Visioni dal futuro (versione cartacea ISBN 9788893062978, disponibile su Youcanprint e in tutte le librerie digitali) significa sostenere le attività dell’Associazione e permettere a questa di continuare il proprio cammino di sperimentazione artistica.

opF9ojOHaNVAWrROgzEghYT-o7k1YR1_TiHvT5U0A2YCi parleresti brevemente dei fumetti inclusi nell’antologia?

Fantascienza è la parola d’ordine. Distopia, space story, viaggi nel tempo, singolarità tecnologiche sono alcuni degli elementi che caratterizzano i fumetti e le splendide illustrazioni di Visioni dal futuro. Con i fumetti selezionati abbiamo voluto mettere in discussione l’idea “comune” che molti hanno del futuro. Non possiamo avere la presunzione di avanzare delle risposte, ma l’ambizione di porre domande, questo sì. Queste domande hanno generato quelle “visioni” che abbiamo dapprima tradotto in comics e poi stampato a caratteri maiuscoli nel titolo dell’albo.

Tre ragioni per non lasciarsi sfuggire Visioni dal futuro.

Chiunque ami la fantascienza non dovrebbe perdere la possibilità di vederla interpretata con addosso l’abito elegante del fumetto; per quanti non hanno famigliarità con il genere, Visioni dal futuro offre un’alternativa diversa per entrare in contatto con la fantascienza, diciamo pure di leggerla da un’angolazione differente; sostenere lo sforzo di una auto pubblicazione di qualità. Permettimi di estendere questo consiglio anche a tutti i libri che con ESC non hanno nulla a che fare. Purtroppo, o per fortuna, la piccola editoria e il self publishing è pieno di autori capaci e in grado di intrattenere il lettore italiano al pari (se non meglio) della grande editoria. Sicuramente bisogna saper scegliere (passaparola e recensioni nei social sono ottimi strumenti di selezione), però la soddisfazione di scoprire e premiare talenti dà alle letture indie un fascino particolare.

sYb3PApxKN6Pw3TI_r0z9P_a0g8hbgSiVAml2hJ-ACQCome vedi la situazione del fumetto in Italia?

C’è uno zoccolo duro di lettori che è in grado di sostenere il movimento. C’è anche l’ambizione dei grandi titoli di rinnovarsi e di scrollare via un po’ di polvere auto celebrativa a vantaggio di una necessaria modernizzazione. Ci sono le realtà più piccole che sgomitano e qualcuno riesce a mettere la testa fuori dal mondo sommerso dell’underground. Gli ebook, per quanto lontani dalle logiche dei vecchi collezionisti (e nel mondo del fumetto i collezionisti ce ne sono parecchi), stanno prendendo piede e si prestano alla diffusione dei comics, non fosse altro per l’alta qualità delle tavole e i costi contenuti. A occhio mi sembra ci siano segnali incoraggianti, quanto meno per non sprofondare nella crisi profonda che spesso ha colpito la letteratura tradizionale.

Continua a leggere

Batman Beyond e Batman: Strange Days, due corti per celebrare il settantacinquesimo compleanno dell’investigatore mascherato

Realizzato dal fumettista canadese Darwyn Cooke, Batman Beyond è uno dei due brevissimi cortometraggi voluti dalla DC Entertainment per celebrare i 75 anni dell’investigatore mascherato. Mandato in onda sul canale Cartoon Network, il corto vede non il noto Bruce Waine, ormai ritiratosi a vita privata, ma bensì Terry McGinnis indossare i panni dell’uomo pipistrello. Il secondo cortometraggio, Batman: Strange Days, realizzato da Bruce Timm, è invece un tuffo indietro nel passato. Questa volta Batman si scontrerà con il Dr. Hugo Strange. Ve li proponiamo entrambi. Buona visione!