Archivi tag: premio italia

Premio Italia 2012: le candidature Kipple e connettiviste

Sono aperte, da oggi, le fasi finali del Premio Italia, il prestigioso riconoscimento che mette in evidenza gli operatori che si sono distinti maggiormente, annualmente, nel genere “fantastico”.
Come potrete osservare, sono diversi i possibili riconoscimenti per Kipple e per l’adiacente mondo connettivista. Nel dettaglio:
Collana
– Avatar (Kipple)
Sito web amatoriale o rivista online amatoriale
– Next Station (www.next-station.org/)
Operatore artistico (non in altre categorie)
– Lukha Kremo Baroncinij
Racconto su pubblicazione professionale
– Sogno di un futuro di mezza estate – Francesco Verso (Kipple)
Articolo su pubblicazione amatoriale
– Una breve storia del viaggio nel tempo – Giovanni De Matteo e Lanfranco Fabriani (Next-Station)
– Il principio del futuro: Vittorio Catani e l’epica del dissenso – Salvatore Proietti (NextStation.org)
– Una lettura fantascientifica di Cecità di Josè Saramago – Alex Tonelli (www.next-station.org)
– Thomas Owen e la tradizione del fantastico belga – Cesare Buttaboni (Hypnos)
Attendiamo quindi trepidanti la fine delle votazioni, che culmineranno nella premiazione del 26 maggio, che avverrà a Bellaria, durante la convention annuale ItalCon.

Premio Italia per NeXT

a Kipple Officina Libraria è lieta di annunciare che per il 2011 il Premio Italia – il riconoscimento per antonomasia del Fantastico italiano – nell’ambito della rivista non professionale è stato assegnato a NeXT, la cui raccolta antologica è ospitata nel sito della Casa Editrice. Questo è avvenuto sabato 4 giugno, durante le fasi finali dei DelosDays2011. Importanti nel raggiungimento dell’obiettivo sono state le collaborazioni di Francesco Verso, scrittore e punto di riferimento, nonché editor della casa editrice Kipple, di Marco Marino, Marco Milani, Giovanni De Matteo – che ha diretto la rivista prima di Sandro Battisti (editor anch’egli di Kipple) – e, presenza non meno importante, di Lukha Kremo Barocinij, editore di Kipple. Una svolta chiave nel riconoscimento di questa nuova realtà che è il Connettivismo, giunta ormai a un livello editoriale da non sottovalutare.
Festa in generale per tutto il Connettivismo, quindi; festa per NeXT.