Archivi tag: fuori (collana)

Disponibile per il download gratuito l’intervista ad Amedeo Balbi

È disponibile gratuitamente su tutti i portali ebook e, naturalmente, sul sito Kipple, l’intervista con fumetto ad Amedeo Balbi, nata da un’idea di Roberto Bommarito e Alessandro Napolitano; l’incontro è stato organizzato in collaborazione con l’Associazione Culturale Electric Sheep Comics, mentre le tavole e i disegni interni sono di Marzio Mereggia. Il lettering è di Claudio Fallani e la copertina è di Ksenja Laginja.

Il tema dell’intervista verte sul ruolo dell’uomo nell’universo e vira su altre suggestioni aliene e astrofisiche tenute insieme dalla passione per la Fantascienza e la Scienza, passando per gli argomenti che interessano l’umanità sul procinto di una possibile Singolarità Tecnologica.

Amedeo Balbi è nato a Roma nel 1971, è professore associato di astronomia e astrofisica al Dipartimento di Fisica dell’Università degli Studi di Roma “Tor Vergata”. È autore di oltre 90 pubblicazioni scientifiche, i suoi interessi di ricerca spaziano dall’origine dell’universo, al problema della materia e dell’energia oscura, alla ricerca di vita nel cosmo. È editorialista de Le Scienze, scrive tra gli altri per Repubblica, La Stampa, Wired, Il Post, collabora con programmi radio e tv, ed è autore di diversi libri. Con Cercatori di meraviglia (Rizzoli, 2014) ha vinto il Premio Nazionale di Divulgazione Scientifica 2015. Il suo ultimo libro è Dove sono tutti quanti? (Rizzoli, 2016).

La collana fuori (collana)

Uno spazio per le opere di frontiera di Kipple Officina Libraria, intrise di sensibilità ineffabile da lasciare l’anima e il cuore aperti, istanti di essenza in crescita.

Aleppo c’è | Presentazione a Lainate il 25 novembre

Il 25 novembre, alle ore 18.30, verrà presentata a Lainate (Milano) l’antologia poetica Aleppo c’è, presso lo Spazio Angle, in Via Cesare Cantù 14.

Edita da Kipple Officina Libraria, la raccolta è a cura del collettivo Bibbia d’Asfalto, e l’illustrazione della copertina è di Andrea Coppo (qui l’evento Facebook).

Quando i numeri hanno braccia e gambe. Quando la guerra toglie dignità e valore all’essere umano. La guerra in Siria, da qualsiasi angolazione la si voglia guardare, è una catastrofe. Di più: è un genocidio. Che pretende di essere ascoltato. Proprio per questo, il Collettivo di scrittura Bibbia d’Asfalto, ha deciso di fare. La poesia, si sa, è fatta di parole. Di parole, non di soluzioni. Abbiamo scelto anche di andare oltre le parole. Di raccoglierle in un’unica voce, di farle diventare un libro. Sfidando la crisi di lettura del nostro paese, decidiamo di mettere il libro in vendita e di offrire il guadagno a Medici Senza Frontiere, a cui le bombe hanno abbattuto gran parte degli ospedali che gestivano sul territorio siriano. Che la scrittura e la poesia, in particolare, sia azione. Questa è la nostra unica arma ed è carica.

L’opera è a supporto di Medici Senza Frontiere.

AA. VV. – Collettivo Bibbia d’Asfalto, Aleppo c’è
Copertina di Andrea Coppo

Kipple Officina Libraria
Collana fuori (collana) – Pag. 76 – 3.95 € – Formato ePub e Mobi – ISBN 978-88-98953-77-6
Collana fuori (collana) – Pag. 88 – 17.00 € – Formato cartaceo Amazon – ISBN 978-88-98953-78-3

Link

Aleppo c’è | Presentazione a Roma il 2 ottobre

Il 2 ottobre, alle ore 18.00, verrà presentata a Roma l’antologia poetica Aleppo c’è, presso la libreria IBS Libraccio, in Via Nazionale 252.

Edita da Kipple Officina Libraria, la raccolta è a cura del collettivo Bibbia d’Asfalto, e l’illustrazione della copertina è di Andrea Coppo. Con interventi di Stefania Di Lino, Annamaria Giannini, Ksenja Laginja, Redent Enzo Lomanno e reading degli autori present (qui l’evento Facebook).

Quando i numeri hanno braccia e gambe. Quando la guerra toglie dignità e valore all’essere umano. La guerra in Siria, da qualsiasi angolazione la si voglia guardare, è una catastrofe. Di più: è un genocidio. Che pretende di essere ascoltato. Proprio per questo, il Collettivo di scrittura Bibbia d’Asfalto, ha deciso di fare. La poesia, si sa, è fatta di parole. Di parole, non di soluzioni. Abbiamo scelto anche di andare oltre le parole. Di raccoglierle in un’unica voce, di farle diventare un libro. Sfidando la crisi di lettura del nostro paese, decidiamo di mettere il libro in vendita e di offrire il guadagno a Medici Senza Frontiere, a cui le bombe hanno abbattuto gran parte degli ospedali che gestivano sul territorio siriano. Che la scrittura e la poesia, in particolare, sia azione. Questa è la nostra unica arma ed è carica.

L’opera è a supporto di Medici Senza Frontiere.

AA. VV. – Collettivo Bibbia d’Asfalto, Aleppo c’è
Copertina di Andrea Coppo

Kipple Officina Libraria
Collana fuori (collana) – Pag. 76 – 3.95 € – Formato ePub e Mobi – ISBN 978-88-98953-77-6
Collana fuori (collana) – Pag. 88 – 17.00 € – Formato cartaceo Amazon – ISBN 978-88-98953-78-3

Link

Sacrificial Nights, il BookTrailer

È disponibile in Rete il BookTrailer di Sacrificial Nights, una raccolta in lingua inglese di poesie e brevi racconti dark di Alessandro Manzetti – autore premiato al Bram Stoker Award di quest’anno nella sezione Poesia – e di Bruce Boston – altro artista pluripremiato al Bram Stoker Award, al suo esordio nel catalogo Kipple.

Dal post di presentazione:

Gli stilemi di un nuovo Horror si codificano nella poesia e nelle nervose storie brevi che i due autori internazionali hanno interpretato visceralmente, mostrandoci così le nuove frontiere del genere che mai, come ora, trova l’Italia allineata con i maestri di Oltreoceano. Il Male e l’Oscuro si annidano nei meandri della quotidianità, il cielo è offuscato dai nostri tempi.

Qui sotto, lo splendido BookTrailer; buona visione.

Esce Sacrificial Nights, raccolta di poesie e racconti brevi dark, in inglese, di Bruce Boston e Alessandro Manzetti

Kipple Officina Libraria presenta la raccolta in lingua inglese di poesie e brevi racconti dark Sacrificial Nights, nuova pubblicazione di Alessandro Manzetti – autore premiato al Bram coverStoker Award di quest’anno nella sezione Poesia – e di Bruce Boston – altro artista pluripremiato al Bram Stoker Award, al suo esordio nel catalogo Kipple.
La copertina e le illustrazioni interne sono realizzazioni di Ben Baldwin; la pubblicazione è disponibile sia in digitale che in cartaceo.

Gli stilemi di un nuovo Horror si codificano nella poesia e nelle nervose storie brevi che i due autori internazionali hanno interpretato visceralmente, mostrandoci così le nuove frontiere del genere che mai, come ora, trova l’Italia allineata con i maestri di Oltreoceano. Il Male e l’Oscuro si annidano nei meandri della quotidianità, il cielo è offuscato dai nostri tempi.

Sinossi

Dai vincitori del Bram Stoker Award Bruce Boston e Alessandro Manzetti una nuova raccolta di poesie e brevi racconti dark che combina il loro talento nella poesia e nella narrativa mescolando vari generi e sottogeneri, dall’horror al surrealismo, dal crime al noir. Ambientata in una città americana, Sacrificial Nights raccolta le vicende di alcuni abitanti che vivono nelle strade e negli angoli più oscuri e perversi della città; prostitute, protettori, un ladro, un piromane, un killer psicotico, un detective della polizia e molti altri. I racconti delle loro storie sono arricchiti dalle illustrazioni dell’artista inglese Ben Baldwin. Uno spaccato dark esistenziale dai contenuti espliciti.

Gli autori

Bruce Boston (Chicago, 1943) è autore di oltre cinquanta pubblicazioni, tra le quali raccolte di poesie, racconti e il romanzo di fantascienza distopica The Guardener’s Tale. Sue poesie e racconti sono apparsi in centinaia di magazines e antologie. Le sue opere di poesia sono state premiate, per quattro volte, con il Bram Stoker Award, l’Asimov’s Readers Award e il Rhysling (entrambi per sette volte) e con il Grandmaster Awards della SFPA. Sue opere di narrativa hanno ricevuto il Pushcart Prize, e sono state due volte finaliste al Bram Stoker Award. È stato Poeta Ospite d’Onore alla World Horror/Bram Stoker Awards Convention, tenutasi a New Orleans nel 2013.
Website: www.bruceboston.com; Wikipedia: https://en.wikipedia.org/wiki/Bruce_Boston

Alessandro Manzetti (Roma, 1968), conosciuto anche con lo pseudonimo di Caleb Battiago, è autore di oltre venti pubblicazioni in Italiano e Inglese, tra narrativa, poesia e saggistica. Suoi racconti e poesie sono apparse in numerosi magazines e antologie. La sua raccolta di poesie dark Eden Underground ha vinto il Bram Stoker Award 2015 e ha ricevuto una nomination all’Elgin Award 2016, la sua raccolta Venus Intervention è stata finalista al Bram Stoker Award 2014 e all’Elgin Award 2015. Due sue poesie hanno ricevuto la nomination al Rhysling Award 2014 e 2015, e sei dei suoi racconti  hanno ottenuto una recommendation da Ellen Datlow per il Best Horror of the Year 2014.
Website: www.battiago.com; Wikipedia: https://it.wikipedia.org/wiki/Alessandro_Manzetti

La collana fuori (collana)

Uno spazio per le opere di frontiera di Kipple Officina Libraria, intrise di sensibilità ineffabile da lasciare l’anima e il cuore aperti, istanti di essenza in crescita.

Bruce Boston & Alessandro Manzetti, Sacrificial Nights
Copertina e illustrazioni interne di Ben Baldwin

Kipple Officina Libraria – Collana fuori (collana) – Pag. 80 – 1.95 €
Formato ePub e Mobi – ISBN 978-88-98953-56-1
Collana fuori (collana) – Pag. 128 – 12.99 $
Formato cartaceo Amazon – ISBN 978-88-98953-55-4

Link

Oltremuro | Lankelot

Segnaliamo questa bella recensione a Oltremuro, la silloge di Alex Tonelli edita da Kipple Officina Libraria. La rece è a cura di Ettore Fobo ed è comparsa su Lankelot.

Ci sono poeti che scavano nella parola, nel silenzio e Alex Tonelli è uno di questi. Ritmi cesellati, emorragie di parole musicali sono accanto a costruiti labirinti melodici, le parole scarnificano il bianco della pagina, così come il marmo imprigiona la figura da plasmare nelle teorizzazioni dell’ultimo Michelangelo, così la pagina bianca è per Tonelli una miniera di ritmi, immagini, visioni. Si scava dunque, oltre la realtà perché la realtà è la prima delle illusioni, dentro visioni vaste e ingannevoli come la Storia.

Poesia scavata è la prima impressione di questo Oltremuro, edito nel 2015 da Kipple Officina Libraria, poesia come metodo per accedere alla conoscenza, di sé, del mondo e soprattutto, come vuole l’estetica connettivista, di cui Tonelli è uno dei principali interpreti, specie in ambito poetico, di ciò che oltrepassa, trascende: le convenzioni, il sé, il mondo. E si finisce per raccontare il niente fuggevole di una visione, nella poesia Misericordia e il nome, dove la parola si sottrae alla benedizione divenendo blasfema, oppure altrove si rivela essere, per una contorsione del senso, “Cabala del silenzio”, e il poeta è uno che compie “l’evocazione”, attorniato dal buio che è come il nero inchiostro della sua anima; tanto sono intense queste poesie, tendendo alla rarefazione estrema del segno. Tonelli opera per condensazione: scatti improvvisi dei nervi, grida soffocate, emozioni impetuose, incubi neri, slanci lirici, vengono fusi nello stesso alambicco dal poeta alchimista.
Perché Alex Tonelli ha il dono di sintetizzare in pochissimo spazio fisico le grandi praterie dell’immaginazione, un’immaginazione che si vuole, ci sembra, soprattutto gotica, spettrale, dimensione in cui il tempo si dissolve e tutto si rivela polvere, vuoto, assenza. Non c’è dubbio che in diverse poesie si senta l’eco di poeti contemporanei, Mark Strand su tutti, nella sua denuncia della vacuità dell’esperienza umana, nell’inganno del tempo. Affiora talvolta anche Charles Simic, per esempio nella poesia La morte mi ha attraversato la strada, dove Tonelli attinge al quotidiano, narrando di “precedenze mai rispettate”, sotto un sole definito “inutile”. Altrove si sente l’eco di Bonnefoy, della sua ricerca sospesa fra l’onnipotenza e la fragilità della parola, fulcro del mondo. 
Quella di Tonelli è una poesia che amoreggia con le tenebre, flirta con il buio, non ama la luce ma si alimenta di penombra. Talvolta il buio è un incubo “nero/ vorace” che ci soffoca e ci inghiotte. Siamo alle radici di un idioma originario che svanisce, una lingua primordiale di cui ogni poesia è solo la traccia, il calco, se vogliamo. Il linguaggio di Tonelli racconta sempre di una frantumazione, di una distruzione, e si configura come cumulo di schegge, dove “cataste di brusii” incontrano “frattali di sillabe” e misteriosamente una qualche unità è raggiunta dalla polverizzazione, dall’apocalisse del linguaggio stesso, dove apocalisse è sia l’evento catastrofico che una rivelazione, come vuole l’etimologia.

Oltremuro, la silloge poetica di Alex Tonelli. Su Kipple.it

È disponibile per il download Oltremuro, la prima silloge poetica di Alex Tonelli, tra le voci più Cop_oltremuroinnovative e sensibili del Connettivismo. Si inaugura così con quest’opera il mese connettivista di Kipple, in concomitanza col decennale del Movimento; rimanete in ascolto per le prossime novità.

La quarta

Parole incastonate in splendidi versi si alternano tra il Presente e un Futuro denso come la quotidianità, intrecciandosi con il Passato vissuto in più volute, come se fossero innumerevoli vite.

“Il Vecchio della Montagna suonò il campanello
nel momento esatto in cui la tazza scivolava
oltre il bordo del tavolo.
Una lunga nota sospesa nel trillo sino
al vago fracasso dei cocci infranti.
Andai per aprire ma un frammento
mi ferì il piede e il sangue rosso si mischiò al tè versato.”

L’autore

Alex Tonelli è nato nel 1977. Si è laureato in Filosofia con una tesi sul rapporto fra la libertà e la determinazione storico/sociale.

Partecipe sin dai primi momenti all’avventura del Connettivismo, ne ha raccontato l’anima surreale, umanistica e filosofica. Nel 2010 cura la silloge Concetti Spaziali, Oltre, antologia delle voci poetiche connettiviste.

La collana fuori (collana)

Uno spazio per le opere di frontiera di Kipple Officina Libraria, intrise di sensibilità ineffabile da lasciare l’anima e il cuore aperti, istanti di essenza in crescita.

Alex Tonelli – Oltremuro
Kipple Officina Libraria

Collana fuori (collana) — Formato ePub e Mobi — Pag. 53 — € 0.95 — ISBN 978-88-95414-11-0

Link