Archivi tag: Amazon

The Origins: Giovanni De Matteo, Lukha B. Kremo, Marco Milani, Sandro Battisti in prevendita su Amazon.it Kindle Store

Una recente novità del market di Amazon è la possibilità di prenotare un titolo in prevendita, giorni prima della sua uscita ufficiale.

Con The origins, raccolta antologica dei racconti di Marco Milani, Giovanni De Matteo, Sandro Battisti e Lukha B. Kremo prima e dopo la nascita del Connettivismo e della Nazione Oscura, inauguriamo il filone della prenotazione amazoniana: l’eBook è già acquistabile qui al prezzo di 2.05€.

Non sentite l’eccitazione dell’attesa? Non privatevi della copia in anteprima, l’uscita è prevista per il 10 ottobre. Prezzo 2.05€

L’eredità digitale di Bruce Willis

Un paio di giorni fa si sono diffusi in Rete alcuni rumours riguardo una possibile causa che il celebre attore Bruce Willis, interprete peraltro molto attivo anche sul fronte delle pellicole SF – un titolo per tutti, L’esercito delle dodici scimmie del geniale Terry Gilliam – avrebbe pensato di intraprendere contro Apple. 
La notizia, diciamolo subito per sgomberare il campo da bizzarre illazioni, si è rivelata la classica boutade da rotocalco di fine estate: sembra corrispondere al vero che Willis, orgoglioso possessore di diversi iPod e grande acquirente di brani musicali da iTunes Music Store, si sia posto il problema di come lasciare in eredità ai suoi figli la ricca libreria digitale accumulata nel corso degli anni, ma la ventilata ipotesi di portare in tribunale la Casa di Cupertino è stata ufficialmente smentita dalla di lui graziosa consorte, Emma Hemming-Willis.
Tanto è bastato però perché si riaccendesse il dibattito sulla spinosa questione della sorte degli account digitali al momento della, ahinoi, scomparsa dei titolari reali di quegli account. Il campo è al momento governato perlopiù dalle policies delle singole compagnie erogatrici dei servizi on line, in assenza di precise disposizioni legislative in materia. Non mancano certo esempi negativi, come il caso paradossale, verificatosi anni fa sul Kindle Store di Amazon, di un ebook ritirato dalle librerie digitali degli utenti, che pure lo avevano regolarmente acquistato, in seguito a disaccordi insorti tra Amazon e l’editore del libro conteso.
Pur augurando allo scatenato Bruce lunga vita e prosperità, non crediamo tuttavia che il pericolo di perdere il suo patrimonio di musica digitale sia davvero reale, a meno che le major discografiche non impongano ad Apple ulteriori restrizioni, che paiono però improbabili, a meno di non voler scatenare l’ennesima class action
Per rimanere in tema, intendiamo comunque rassicurare i lettori degli eBook acquistati presso lo store  della nostra casa editrice: i nostri libri digitali rimarranno di loro proprietà senza alcuna limitazione temporale. 
Non solo. Fedeli alla politica adottata fin dagli inizi della nostra epopea digitale, tutti gli ebook di Kipple officina Libraria sono liberamente accessibili, senza le odiose e inutili restrizioni imposte dai DRM, gli odiosi lucchetti digitali.
The image used in this post is copyrighted by Geekologie

Prosegue il trend positivo di Kipple su Amazon.it

Cari amici, vogliamo condividere con voi un dato che ci conforta e inorgoglisce allo stesso tempo: due ebook Kipple stazionano da tre mesi nell’ambita top ten di Amazon.it, nella categoria Fantascienza. Si tratta de Il gatto di Schrödinger e altre storie, di Lukha B. Kremo e di Sogno di un futuro di mezza estate, di Francesco Verso.
Il successo di questi titoli parrebbe confermare le nostre intuizioni: in Kipple abbiamo sempre creduto nel digitale, convinti come siamo che l’eBook sia il veicolo ideale per la narrativa del… futuro. Ora i fatti sembrano darci ragione, ma siamo appena agli inizi della cosiddetta rivoluzione digitale e la situazione è in continuo mutamento. Ma Kipple c’è, piccola ma coraggiosa e determinata e, nel suo piccolo, innovativa. 
Naturalmente vi invitiamo a dare un’occhiata anche agli altri titoli da noi offerti in ebook sulla piattaforma Amazon, in attesa delle prossime, ormai imminenti uscite. Al riguardo non vogliamo anticipare troppo, ma si tratterà di opere importanti, e delle quali vi daremo quanto prima notizia. Nel frattempo, stay tuned.

Gli eBook sono cresciuti del doppio, a parte Amazon

Da un post di Antonio Tombolini, il grande capo di Simplicissimus, un’analisi secca e lucida sull’attuale situazione del mercato italiano degli eBook.
Rastremando l’intervento di Tombolini, si evince che il mercato dei libri digitali è raddoppiato in appena un anno, e un altro raddoppio della quota di vendite è stato operato da Amazon. In altre parole, se l’anno scorso si vendeva 100, ora si vende 400, e 200 è la quota di Amazon.
Cosa significa tutto ciò? A nostro avviso, significa che il mercato italiano sta davvero decollando, anche perché l’entrata di un competitorcosì importante come Jeff Bezos ha significato un aumento corposissimo della potenza di fuoco delle pubblicazioni digitali; sembra quasi una valanga che sta man mano raccogliendo massa mentre viene giù. Noi di Kipplesiamo pronti, voi avete pronti i vostri lettori di libri digitali (Kindle, tablet o smartphone, poco importa: l’importante è poter accedere al nuovo universo del libro digitale)?

Vince il Premio Short-Kipple 2012…

Roberto Bommarito, con il racconto Scarti.

Noi della Redazione Kipple.it desideriamo fare i nostri complimenti all’autore, che si è distinto con la sua prosa in modo inequivocabile. Il testo di Bommarito affronta un tema importante, quello degli scarti appunto, che danno il titolo al racconto e che, dalla ricerca di un misterioso fratello gemello, a poco a poco si allarga fino ad assumere tinte surreali e a tratti grottesche, ma di sicuro impatto narrativo.

L’opera verrà pubblicata prossimamente in un eBook della collana eCapsule e in uno dei prossimi numeri della rivista connettivista NeXT. Come sempre accade per i titoli di Kipple Officina Libraria, l’ebook sarà disponibile, oltre che sui consueti portali italiani, anche su Amazon IT-US-UK-DE, senza DRM, ovvero senza lucchetti digitali.

Leo Sorge: il boom di Kipple su Amazon

Leo Sorge, giornalista e grande esperto di new media (e di molte altre cose, in realtà, a partire dal campo dell’ingegneria elettronica) si è occupato ieri sul blog SFTECH – Scienza, fantascienza e tecnologia del “caso Kipple”.
L’espressione può suonare iperbolica, ma non lo è, perché ciò che è accaduto alla nostra casa editrice ha in effetti dell’eccezionale, come non manca di sottolineare Sorge, che si è prodigato nell’analisi dei dati di vendita reali, sottolineando giustamente come lo stesso rilascio dei dati da parte dell’editore sia una prassi ahinoi tutt’altro che consueta nel mondo editoriale. 
Ma leggiamo cosa scrive Sorge:
Molti editori di ogni dimensione, anche autori/editori, hanno trovato slancio in questo mercato. Farne un business sostenibile è tutta un’altra cosa. Il caso dell’anno è stato quello di Kipple Edizioni, già presente sulle altre piattaforme, ma che che all’apertura di Amazon ha avuto un assoluto boom, piazzando un proprio titolo in testa a tutte le classifiche, oltre che due titoli nei primi cinque del settore fantascienza.
L’exploit italiano ha un nome e un cognome: è Lukha Kremo, che con il suo Gatto di Schroedinger ha scardinato qualsiasi impianto mentale. In genere non si hanno a disposizione i dati di vendita per vecchia, idiota politica della menzogna, ma Francesco Verso, scrittore e manager di Kipple, ce li da.
Tra dicembre e gennaio il Gatto ha venduto oltre mille copie (960 tra dicembre e le prime tre settimane di gennaio), rendendolo un vero e proprio caso. Ma l’intera Kipple ha venduto 1.400 pezzi, e di queste ben 122 sono del Sogno di Francesco, quindi 280 copie sono state vendute dagli altri venti titoli circa.
Il Gatto è quindi un exploit, ne siamo ben lieti, ma in un modello di business è un’eccezione. Allora il piccolissimo editore che vuol crescere può sperare nel modello di Sogno, oppure deve restare nelle sue 4-5 copie medie mensili per titolo?
Io penso che lavorando come lavora Kipple si possa puntare ad avere risultati medi vicini a quelli di Sogno. Più precisamente, con 75 copie il mese di lancio e 47 copie il secondo mese, per poi veleggiare un anno a 30 copie/mese. In totale, oltre 400 copie con riferimento al mercato odierno, che comunque è in rapida crescita, il che può far sperare che a fine anno le 30 copie/mese possano essere di più.
(qui  puoi leggere l’articolo nella sua completezza)

Hi-Tech Italy | ONDA Communication e Telecom Italia presentano un nuovo Biblet

[Letto su HyperHouse]

Terza puntata della saga del lettore di eBook Onda Biblet: appena un mese fa veniva annunciata la seconda versione, mentre la prima era uscita in maggio, ed ecco adesso la terza evoluzione del device.

Ce ne dà notizia, come sempre, il portale Hi-Tech Italy, con un dettagliato articolo che, come al solito, preferisco copiaincollare perché comprensivo ed esaustivo di dati tecnici e commerciali.
Dopo il lancio di un nuovo modello, avvenuto lo scorso dicembre, il produttore italiano ONDA Communication ed il gestore telefonico Telecom Italia hanno presentato un ulteriore modello dell’e-book reader Biblet, identificato come Biblet TB600KT che, se la memoria non ci inganna, dovrebbe essere la terza evoluzione del Biblet originario.
Come ci fa sapere la stessa azienda di Pordenone, si tratta di un dispositivo diverso da quello lanciato da Telecom a metà dicembre e, rispetto al precedente, il nuovo modello di e-reader introduce il touchscreen capacitivo e il browser Internet.
Ideale per avere sempre con sé il meglio dell’editoria digitale il nuovo e-book reader consente di leggere testi, quotidiani e riviste sempre e ovunque grazie alla tecnologia E-ink (inchiostro elettronico) a 16 scale di grigio, che assicura una leggibilità identica alla carta anche al sole, senza affaticare la vista.
Perfetto dunque per l’utilizzo all’esterno, questo innovativo dispositivo si distingue inoltre per la combinazione di schermo touch capacitivo da 6” e tastiera QWERTY fisica.
Grazie alla connessione WiFi è possibile scaricare con un semplice click i contenuti preferiti direttamente dal “Biblet Store”, lo store di E-book di Telecom Italia dove sono disponibili oltre 10k di volumi, divisi in categorie per una facile consultazione. Biblet supporta, infatti, diversi formati di testo e immagine quali Adobe Epub, Pdf, TXT, DOC, HTML, RTF, ZIP, RAR, JPEG, BMP, CIF, PNG.
Questo E-book reader di ONDA Communication è dotato anche di un music player – in grado di supportare file audio MP3, WAV e OGG – per ascoltare i brani preferiti attraverso gli auricolari stereo inclusi o gli speaker posti sul retro del dispositivo. Infine, completa la dotazione una Micro SD da 1GB.
Realizzato in esclusiva per TIM, il lettore di E-book Biblet è disponibile al prezzo di 99 euro IVA inclusa, presso tutti i negozi TIM in Italia.
L’oggetto, come già detto negli altri post, è una valida e auspicabile alternativa al Kindle di Amazon (hanno lo stesso prezzo), se non altro perché sul Biblet è possibile visionare i formati ePub, mentre sul Kindle viene invece letto il formato Mobi: il Mobi è uno standard chiuso, proprietario di Amazon che ha tutto l’interesse a circoscrivere il mercato editoriale digitale chiuso su se stessa, mentre l’ePub è uno standard aperto e ufficiale dell’International Digital Publishing Forum (IDPF) – un organismo internazionale no-profit al quale collaborano università, centri di ricerca e società che lavorano in ambito sia informatico che editoriale (fonte Wikipedia).