PAOLO DI ORAZIO… E DEBBI LA STRANA « La zona morta

Su LaZonaMorta, a cura di Filippo Radogna, è uscita una bella intervista a uno dei nostri autori di punta: Paolo Di Orazio. Segnaliamo uno stralcio della interessante chiacchierata (nella foto con la nostra KsenjaLaginja):

QUALI SONO I TUOI RIFERIMENTI SOTTO L’ASPETTO LETTERARIO?

Anzitutto amo il racconto breve illustrato che è la formula a me cara e da cui provengo come ad esempio I racconti della Cripta con le avventure di Zio Tibia, quel fascino, quella formula la riporto sin dai miei esordi. L’ho portata avanti anche con Granata Press e Castelvecchi. Il mio è un discorso ‘laterale’ o di nicchia a quello che può essere il mainstream in Italia, però è un scommessa che mi assumo e che adesso sto promuovendo  con le case editrici come Kipple e Cut Up.

ANDIAMO PER ORDINE, COSA STAI PRODUCENDO CON KIPPLE OFFICINA LIBRARIA?

La Kipple crede nei racconti brevi, così con Alessandro Manzetti abbiamo tirato fuori nel 2014 la raccolta Dark Gates promuovendola all’estero, negli Stati Uniti, dove è stata scelta e inserita dalla signora Ellen Datlow, riferimento per l’horror mondiale, nella Rec list best horror 2014. Questo dimostra che il racconto breve italiano, se è di qualità, funziona e viene anche premiato! (Interviene Ksenja Laginja della Casa Editrice Kipple: “Ci sono stati grandi autori come Carver e Lovecraft che credevano nei racconti. E noi di Kipple crediamo molto nella formula racconto anche se in Italia sono stati sempre bistrattati essendo maggiormente seguita la formula del romanzo. In proposito, per incoraggiare gli autori a scrivere storie brevi promuoviamo il Premio Short Kipple dal quale, a oggi, sono venuti fuori scritti e autori di qualità”).

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...