La profezia realizzata di Robert Sheckley

La fantascienza ha la capacità di mostrarci futuri che non vivremo mai, o perché troppo lontani nel tempo oppure perché la realtà tende a prendere delle strade inaspettate che possono sorprendere anche il miglior scrittore del fantastico. Eppure alcune volte accade che un autore riesca ad anticipare, con un’accuratezza incredibile, alcuni aspetti della realtà sociale e tecnologica. È il caso di Robert Sheckley e del suo racconto Watchbird, tradotto in italiano come Uccello da guardia e Uccello elettronico, del 1954. Ciò a cui si riferiva Sheckley erano i “droni”, ovvero aerei privi di pilota (pilotati da terra o dal computer di bordo) che sono capaci di sorvegliare o addirittura attaccare un obbiettivo con la stessa accuratezza di un normale bombardiere pilotato. 
Nel racconto di Sheckley, gli inventori degli uccelli da guardia perdono il controllo delle proprie macchine, macchine micidiali che presto si rivoltano contro la popolazione stessa. Quando si parla di fantascienza dobbiamo tenere a mente che le situazioni vengono di proposito esasperate in funzione della storia. Ma qualcosa di simile sta davvero accadendo, per lo meno in un certo senso, ovvero negli USA, ad esempio, i droni setacciano i cieli americani, secondo alcuni (e probabilmente a ragione) in violazione della stessa costituzione americana che dovrebbe proteggere i diritti dei cittadini dalle attività militari. Si sta davvero, quindi, perdendo il controllo di queste macchine? È possibile che la tecnologia stia venendo usata con scopi repressivi, dietro alla scusa della “sicurezza interna”?
Secondo The moderate voice, entro la fine del decennio nei cieli americani voleranno dalle 60,000 alle 70,000 unità. A parte la questione della privacy (è giusto che il governo abbia il diritto di spiare i cittadini a loro insaputa?), alcuni, come il procuratore generale Eric Holder, auspicano esplicitamente di usarli come forza letale contro gli stessi cittadini americani. Quello che accade negli States, un domani non troppo lontano potrebbe succedere anche in Europa.
C’è senza dubbio parecchio su cui riflettere.
Ricordiamoci anche i civili innocenti, donne e bambini, che vengono presentemente uccisi in Medio Oriente, proprio per ordine del governo americano grazie appunto ai droni.
Seguendo questo link è possibile leggere il racconto di Sheckley in lingua originale, libero dal copyright. Qui invece la lista delle pubblicazioni italiane per chi fosse interessato a leggere il racconto tradotto.

2 pensieri su “La profezia realizzata di Robert Sheckley

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...